Domande?

Se sei arrivata/o qui, è perché mi vuoi chiedere qualcosa.
Per deformazione professionale ti dirò che magari ho già scritto un post che potrebbe rispondere alle tue domande (si vede che mi occupo di assistenza al cliente?).
Quindi:

Cosa da sapere se vuoi andare a vivere a Barcellona

Se leggendo questo blog ti è venuta la curiosità di sapere che prospettive ci sono per un/a giovane emigrato/a a Barcellona, sappi che molto è già stato scritto (e che nuovi post arriveranno sull’argomento).
Esempi?

Perché vale la pena trasferirsi a vivere a Barcellona?

Come ambientarsi nella Ciudad Comtal?

Quali sono i passi da fare per essere formalmente riconosciuta come italiana all’estero?

In generale, i miei post su Barcellona sono raggruppati qui: Di come si vive a Barcellona.

Se poi vuoi anche lanciarti in una carriera da freelance in Spagna…

…allora ti consiglio di partire da qui:

Come diventare un lavoratore autonomo in Spagna?

E di leggere come è andato il mio primo anno da freelance in Spagna qui: Un anno da freelance, un resoconto.

Altri articoli sul tema si trovano nella categoria Di quando ho iniziato a lavorare da freelance.

Mentre se hai un’indole nomade come la mia…

…pensi in continuazione a nuove mete di viaggio, e sei curioso/a di trovare nuovi spunti per le tue prossime gitarelle più o meno lontane, vai direttamente a Di viaggi in Solitaria (e non).

Consigli e idee di viaggio sono sempre bene accetti!

E perché non parlare d’amore?

Se infine sei reduce dalla fine della tue storia d’amore, e stai passando per un divorzio/separazione…hai tutto il mio appoggio!
Ho scritto molto anche su questo, e tanto ancora deve venire (sai anche tu che questa fase della vita si assimila con mooolta calma e pazienza): trovi tutto dentro la sezione Di divorzi, amore e vita di (s)coppia.

—☆—

Nel caso in cui dovessi avere domande, proposte, idee, voglia di scrivere due righe a una trentenne con cui ti sembra di avere molte cose in comune, puoi scrivermi a

domande [chiocciola] trentanniequalcosa [punto] com

 

E se ti avvisassi quando pubblico un nuovo post?

✩ Aggiungi il tuo indirizzo email qui sotto: ogni mese ti manderò un'email con il riassunto dei post pubblicati, più suggerimenti letterari e informazioni extra sulla vita a Barcellona ✩

Confermo di voler trasferire le mie informazioni personali a MailChimp ( Più informazioni )

Il tuo indirizzo email è al sicuro, non lo condividerò con nessuno. Puoi decidere di cancellare il servizio quando vuoi. Inviando i tuoi dati personali accetti automaticamente di trasferirli a MailChimp, il servizio che uso per inviare la newsletter. (Più informazioni qui)

2 risposte a “Domande?”

  1. Ciao Giulia, sono capitata qui per caso e mi sono fermata un bel po’ a leggere il tuo blog. Sono una mamma che ha perso il posto di lavoro, troppo giovane per andare in pensione e troppo vecchia per essere assunta per un nuovo lavoro. Così, ho tirato fuori dal mio cassetto tutte le mie esperienze di grafica, stilista, disegnatrice e ho creato una linea di borse. Non l’avevo mai fatto ma mi sono tirata su le maniche, ho imparato ad usare Photoshop, ho acquistato un dominio e mi sono creata da sola il mio sito con WordPress, mi sono fatta un po’ di pubblicità con Instagram, ho bussato alle porte dei negozi e piano piano sono riuscita ad avere tre negozi che vendono le mie borse. Ciò che ho letto qui nel tuo blog, mi ha però fatta riflettere, sono iscritta ad un corso di web marketing che spero inizi a settembre, e la possibilità di trovare un lavoro in remoto mi sembra una buona soluzione. Ho lavorato molti anni come stilista gestendo il mio tempo e il mio lavoro. Sono una persona creativa ma purtroppo ho solamente un livello base di inglese. Puoi darmi qualche consiglio su come muovermi? Grazie davvero! Carla

    1. Ciao Carla! Prima di tutto scusami tantissimo per il ritardo, ma mi sono accorta solo oggi del tuo messaggio qui 🙁
      Ho visto il tuo sito web ed è molto carino 🙂
      Come sta andando il corso di webmarketing? Spero ti stia servendo per indirizzare meglio il tuo business!
      Lavorare da remoto è sicuramente una buona soluzione, però dipende da cosa vuoi/sai fare. La maggior parte dei lavori da remoto richiedono una conoscenza buona dell’inglese, perché di solito le aziende che offrono questo tipo di impiego non sono italiane. Ci sono certamente anche realtà italiane che si stanno aprendo al lavoro da remoto, ma sono molto specializzate (es. agenzie SEO), quindi veramente dipende dalle tue capacità. Investire in un buon corso di inglese che ti faccia crescere in fretta anche da questo punto di vista sarebbe un’ottima mossa 😉
      In bocca al lupo!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.